Come prendersi cura del Neon Tetra e del Cardinal Tetra

Finatics è un appassionato di pesci e si diverte a scrivere guide dettagliate su come prendersi cura di varie specie di pesci d’acquario.

Nota che la striscia rossa del neon tetra si estende solo a metà del corpo.

Nota che la striscia rossa del tetra neon si estende solo fino a metà del corpo.
Nel caso del tetra cardinale, la linea rossa si estende dalla coda alla testa.

Nota che la striscia rossa del tetra neon si estende solo a metà del corpo.

1 / 2

Come si fa a distinguere il tetra neon dal tetra cardinale?

La differenza fisica tra il tetra neon e il tetra cardinale è che la striscia rossa inferiore del tetra cardinale si estende per tutta la lunghezza del corpo, mentre nel tetra neon si ferma circa a metà. In generale, i tetra cardinali tendono a crescere un po’ più grandi dei tetra neon.

Neon vs. Cardinale

I tetra neon sono stati nell’hobby molto più a lungo dei tetra cardinali, e sono allevati molto intensamente. Molti sono stati inbred e sono diventati fragili e sensibili. Tuttavia, i tetra cardinale non sono stati nell’hobby così a lungo, e sono più strettamente legati ai loro antenati selvatici; potrebbero non adattarsi alle diverse condizioni dell’acqua così bene. I tetra cardinale sono più costosi perché sono il più popolare dei due, e molti hobbisti preferiscono il tetra cardinale a causa della loro colorazione più vivida.

Cura dei tetra neon e cardinale

I tetra neon sono stati nell’hobby dell’acquario più a lungo, e anche se molti sono stati allevati, quelli che non sono stati allevati possono essere piccole creature robuste in un acquario. Sono uno dei pesci più piccoli nell’hobby e quindi non possono essere tenuti con pesci carnivori affamati. Sono pesci attivi che non possono sopravvivere bene senza un gruppo, quindi devono essere tenuti in gruppi di sei o più. In natura, vivono in aree densamente piantumate, il che significa che nell’acquario di casa si devono prevedere molti nascondigli. Si raccomanda di tenere i tetra neon in acqua lenta per imitare il loro ambiente naturale.

I tetra cardinali sono molto simili ai tetra neon nella loro cura, e possono essere tenuti insieme in un acquario. Spesso fanno anche scuola insieme! Come i tetra neon, sono pesci di comunità pacifici e hanno bisogno di essere tenuti con altri pesci di scuola per sentirsi sicuri. Sono originari dello stesso habitat dei tetra neon, quindi dovrebbero anche essere tenuti con un sacco di decorazioni in cui nascondersi.

Tetra cardinale

Nome scientifico: Cheirodon axelrodi

Famiglia: Characidae

Distribuzione: Sud America, in particolare intorno al bacino amazzonico

Temperamento: Pacifico, pesce di comunità

Dieta: Onnivoro, mangia principalmente insetti e larve

Durata della vita: Circa 5 anni

Dimensione adulto: Circa 1.5-2″

Dimensione della vasca: 10+ galloni perché sono pesci scolarizzatori attivi

Temperatura: 70-78 gradi Fahrenheit

Neon Tetras

Nome scientifico: Paracheirodon innesi

Famiglia: Characidae

Distribuzione: Sud America, in particolare il bacino amazzonico

Temperamento: Pacifico, pesce di comunità

Dieta: Carnivoro, mangia principalmente insetti e larve di insetti

Durata della vita: Può vivere fino a 10 anni

Dimensione adulto: Circa 1.25-2″

Dimensione della vasca: 10+ galloni perché sono pesci scolarizzatori attivi

Temperatura: 70-78 gradi Fahrenheit

Habitat naturale

I tetra neon e cardinali sono originari del bacino amazzonico in Sud America. Vivono spesso in un ambiente di acque nere con molti tannini nell’acqua provenienti dal legno in decomposizione. Nel loro ambiente, c’è molto fogliame, dalla lettiera di foglie ai tronchi alle piante acquatiche/semiacquatiche. Alcuni tetra neon e cardinali vivono in fiumi di acqua limpida, dove l’acqua è chiara ma piena di vegetazione. I parametri dell’acqua del loro habitat naturale sono morbidi e acidi, e si raccomanda di fornirli nell’acquario domestico. Vivono generalmente in acqua corrente, e un buon filtro (preferibilmente a base di torba) deve essere utilizzato per la loro vasca.

Alloggiamento

  • Dimensioni della vasca: Come detto in precedenza, i tetra neon e cardinali sono pesci attivi e hanno bisogno di molto spazio per nascondersi, spazio libero per nuotare, così come gli altri membri del loro gruppo. Si raccomanda un minimo di 10 galloni per tenere questi pesci.
  • Arredamento: Le scelte più naturali per l’arredamento dell’acquario per i tetra neon e cardinali sono le piante che provengono dal Rio delle Amazzoni: per esempio, l’Echinodorus paniculatus, o la pianta spada amazzonica. Anche se in natura c’è molto legno in decomposizione e lettiera di foglie, questo non è raccomandato nell’ambiente chiuso di un acquario, poiché la decomposizione della materia causerà livelli di ammoniaca alle stelle. Fintanto che non ci sono bordi taglienti o sostanze chimiche velenose, le piante finte e le decorazioni funzionano perfettamente bene.
  • Substrato: Entrambe le specie di tetra stanno bene con qualsiasi substrato se non è abbastanza piccolo da soffocarli. Per fare in modo che questo non accada, scegliete della ghiaia troppo grande per entrare nella loro bocca, o scegliete un substrato con particelle minuscole, come la sabbia, che non avrà effetti sul pesce se ne ingerisce un po’. Si raccomanda anche di scegliere un substrato di colore più scuro, poiché il substrato di colore brillante può stressare i pesci. I substrati chiari non sono anche una scelta saggia in termini di estetica, perché il substrato luminoso può far apparire i pesci slavati.
  • Illuminazione: Dato che i tetra sono originari di zone con scarsa illuminazione, si consiglia di avere una luce fioca per l’acquario. Per rendere la vasca ancora più naturale per i vostri tetra, potete coltivare piante galleggianti che facciano ombra all’acquario.
  • Attrezzatura: I tetra neon e i tetra cardinali sono pesci tropicali e richiedono un riscaldatore che mantenga l’acquario a circa 72-80 gradi Fahrenheit. Inoltre, hanno bisogno di un filtro per fornire una casa per i batteri benefici e per aerare e pulire l’acqua. Un filtro a torba è una scelta molto naturale per questi piccoli tetra in quanto crea acqua morbida e acida e può indurre la riproduzione.
L'acquario con filtro a torba replica l'habitat naturale dei tetra neon e cardinali.

Gli acquari con filtro a grasso replicano l’habitat naturale dei tetra neon e dei tetra cardinali.

Andreea Filip, CC BY-SA 2.0, da flickr

Alimentazione

Mentre la dieta principale dei tetra cardinali e neon consiste in insetti, dovrebbero essere nutriti anche con una varietà di altri cibi. Questo assicura che rimangano sani e che mangino una quantità bilanciata di nutrienti. Assicuratevi di dar loro solo una piccola quantità di cibo ogni giorno, e assicuratevi che tutti nella scuola stiano mangiando. Si raccomanda di saltare l’alimentazione ogni tanto per assicurarsi che non diventino sovrappeso. Ecco una lista di alimenti per alimentare i vostri tetra in miniatura.

  • Alghe (cialde, alghe vive, ecc.)
  • Bloodworms (congelati, liofilizzati, vivi)
  • Fiocchi di pesce tropicale/pellet
  • Baby/piccoli gamberetti in salamoia (congelati, liofilizzati, vivi)
  • Moscerini della frutta senza denti
  • Vermi tubifex (assicurati che siano puliti accuratamente prima di alimentarli!)
  • Piselli congelati che sono stati sgusciati e scongelati (questo può aiutare la salute dell’apparato digerente)
  • Guppy/Piccoli avannotti di pesce

Compagni di tana

Neon e tetra cardinale possono essere il pasto perfetto per molti pesci più grandi, quindi teneteli solo in una vasca con altri pesci piccoli e pacifici, o pesci erbivori. Inoltre, dovrebbero essere tenuti solo con altri pesci tropicali, quindi i pesci rossi sono fuori questione. Ecco una lista di possibili compagni di vasca per i tetra neon e cardinali.

  • Betta (assicuratevi di non tenerli in vasca con un betta insolitamente aggressivo!)
  • Cuscinetti viventi, come guppy, platies, ecc.
  • Minnows di montagna nuvola bianca
  • Molte altre specie di tetra scolarizzati, come i tetra limone
  • Molti pesci che vivono sul fondo e mangiano le alghe (oto, cories, alcune specie di pleco, ecc.)
  • Le lumache acquatiche
  • Piccoli gamberetti d’acqua dolce come il gambero fantasma
  • Rane africane nane (non scambiarle per rane africane artigliate!)
  • E soprattutto, più tetra cardinali e neon! Hanno bisogno di essere tenuti con altri della stessa specie, o si stresseranno e potrebbero morire per le complicazioni che ne derivano.

Ricercate le abitudini alimentari dei pesci che pensate di allevare con i tetra neon e cardinali prima di acquistarli. Evitate compagni di vasca come pesci angelo o Oscar, perché li mangeranno appena li vedono.

Buona fortuna!

I tetra neon e cardinali sono animali molto belli, piccoli e gratificanti, ed è per questo che sono così popolari nell’hobby dell’acquario. Non è difficile prendersi cura di loro, finché gli si dà una buona casa con una dieta adeguata. Buona acquariofilia!

  • Cura dei pesci: White Cloud Mountain Minnows
    Spesso trascurati come scelta nell’acquario, i white cloud mountain minnows sono animali molto vivaci e divertenti da tenere. Le loro piccole dimensioni significano che non hanno bisogno di un grande acquario, ma abbastanza spazio per il loro…
  • Cura dei pesci: Pesce combattente siamese
    Il pesce combattente siamese, più comunemente conosciuto come il pesce betta, è uno dei pesci d’acquario più popolari oggi. Sono noti per le loro elaborate pinne, la loro facile cura e la loro estrema aggressività…

cb on November 21, 2019:

Guardo la prima foto e vedo un pesce neon con pinne marce. Se notate questo, non comprateli e non trattate il pesce con medicinali.

Noah on June 15, 2019:

Articolo stupefacente! Desidero i tetra da tanto tempo e mi hai aiutato a decidere!

FreshwaterCentral on May 09, 2019:

Grazie per la guida. Questo articolo è stato un’ottima lettura. Ho notato che non hai parlato molto dell’allevamento, quindi ho scritto un articolo per chi è interessato (https://freshwatercentral.com/breeding-neon-tetras…

muscleguy32 on March 13, 2019:

Solo le foglie VERDI in decomposizione perderanno nitrati. Le foglie usate negli acquari blackwater sono tutte foglie secche marroni cadute dagli alberi e come tali non rilasciano composti azotati.

Le mie vasche hanno lettiere di foglie profonde e i livelli di nitrati sono trascurabili. Le foglie giuste possono essere protettive per i pesci (gelso, guava, catappa) o possono aiutare a indurli a riprodursi (foglie di banana e gouramis e betta).

Se tenete i gamberetti, la crescita batterica sulle foglie nutrirà i gamberetti e alcuni pesci li pascoleranno pure. La mia femmina di gourami perlato si nutre di foglie secche di orchidea phal che crescono sugli alberi che sovrastano i corsi d’acqua dell’Asia meridionale da cui provengono questi pesci.

Ho appena aggiunto molte più foglie, le vasche erano un po’ spoglie a causa di fattori economici, ma ho rimediato e ho preso più foglie e i miei pesci sono ovviamente più felici, più calmi e più attivi. Il mio gatto ancistrus ama stare sotto di esse, si sente al sicuro e quindi esce di più. I miei pesci nani amano semplicemente nuotare e dimenarsi sotto di esse.

Le foglie secche marciranno tranquillamente fino a scomparire nella vasca se non vengono reintegrate. Molti dei pesci che teniamo in acqua acida dolce vivono in ruscelli pieni di foglie morte. Quindi si sentiranno felici con loro nel serbatoio.

eBay è pieno di persone che vendono foglie secche senza inquinamento. Io cerco di comprare quelli che non sono stati stirati piatto come penso che sembrano più naturale.

amante dei pesci il 18 agosto 2013:

buone informazioni come io gregge. io herd che non si dovrebbe tenere pesci angelo con tetra ma mi piace quei pesci così tanto!!! arrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrggggggggggggggghhhhhhhhhhhhh ma mi stavo chiedendo se potevo tenere diversi tipi di pesci angelo con i tetra… per favore fatemi sapere il più velocemente possibile!!!

jonno96 da Australia il 23 novembre 2012:

interessante hub e belle foto. Mi sono sempre chiesto quale fosse la differenza tra neon e cardinali!

finatics (author) on June 02, 2012:

@[email protected], sì purtroppo la ragione delle tue difficoltà potrebbe essere che i cardinali che stai comprando sono inbred, e sì preferisco la sabbia pure:)

Darren da Londra il 02 giugno 2011:

Amo i tetra, ne ho 24 nella mia vasca, ho sempre lottato con i cardinali però, non ho mai saputo perché, penso che siano ancora più belli dei tetra. Ho una vasca da 130 litri con filtro fluval, piante vive e sabbia come substrato, anche se ho iniziato con la ghiaia e ho fatto il cambio, la sabbia è molto meglio, soprattutto per i miei cory.

finatics (author) on April 17, 2011:

Lo sono! Soprattutto quando sono tenuti in grandi scuole 🙂 Adoro vederli interagire tra loro nei loro gruppi. Così carino!

Jeannie Marie da Baltimora, MD on April 17, 2011:

Adoro i tetra neon. Mia madre ne teneva un bel po’ in un acquario quando ero bambino. Sono pesci così belli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.